UN VIAGGIO INDIETRO NEL TEMPO…

Pronti per la nuova edizione di Imola va a Nozze? Fervono i preparativi di Florart per quest’ultima edizione che sarà… diversa dalle altre!

Se siete curiosi… piccole anticipazioni le potrete trovare da oggi fino al 16 Ottobre sulla pagina facebook “Florart di Dott.ssa Laura Zaccherini”. Oggi voglio però raccontarvi l’allestimento proposto in fiera l’anno scorso… un vero e proprio viaggio indietro nel tempo.

Anno 1948, la guerra è finita da pochi anni, due giovani fidanzati possono coronare il loro sogno d’amore.

DSC05375

Il 26 settembre 1948 Primo e Anna diventano marito e moglie.

Qualcuno si chiederà come mai ho voluto creare un allestimento che ruota attorno a questa coppia e a quel periodo… perché sono i miei nonni e io adoro gli anni ’40 – ’50. Ho voluto quindi rendere omaggio a loro e a questa epoca.

Ma iniziamo il piccolo viaggio virtuale dell’allestimento. All’ingresso, un segnale “naturale” ci indica che siamo in presenza di un evento straordinario per le giovani coppie di sposi, il loro matrimonio…

DSC05362

Seguendo il cartello si entra in un altro mondo… o dovrei dire in un altro tempo: vecchie valigie della mia famiglia, un raffinato cappello che mia nonna portava in viaggio di nozze, foto di vita quotidiana in bianco e nero, vecchi libri dalle copertine ingiallite dal tempo, posate, piatti e bicchieri d’epoca. Ho volutamente usato elementi semplici come il vetro, il legno, delle vecchie tende, che richiamassero lo stile di vita di quell’epoca, dove anche in un matrimonio, come nella vita di tutti i giorni, regnavan0 la sobrietà e la semplicità.

DSC05408

I fiori sono semplici, dai tenui color pastello delle rose Ocean Song e vendela e dei lisianthus champagne, ai colori più intensi delle ortensie dalle mille sfumature e dei lisianthus viola cupo, ingentiliti dalla leggera gypsophila bianca e dai fiori di cera. Anche i tessuti sono semplici: lino grezzo, cotone, centrini e tende fatte a mano che legano in modo armonioso questo viaggio nel tempo.

DSC05346

Le valigie vintage ricordano il loro viaggio di nozze a Roma, la città eterna, meta di tanti sposi nel dopoguerra.

Il tableau de mariage e gli inviti al matrimonio sono tutti creati con carta invecchiata al caffè. Le sfumature del marrone che caratterizzano questi elementi sono colori che richiamano molto il vintage, così come il cordone di juta, il lino grezzo e i pizzi con cui sono confezionati a mano i sacchettini delle bomboniere.

Al tableau ho voluto dare un tema molto particolare, i balli anni ’40 – ’50: rock’n roll, swing, mambo…, impreziosito da perle, in nobile contrasto con la rustica corda di juta.

DSC05347   DSC05360    DSC05371

L’allestimento del tavolo nuziale me lo sono immaginato semplice ma raffinato. Bicchieri con intagli sul vetro, piatti finemente decorati a mano, singoli fiori all’interno di boccette di vetro dal collo alto o di vecchi vasi usati per la marmellata fatta in casa.

DSC05358  DSC05350  DSC05357

Immagino che nel 1948 nell’aria aleggiasse solo un leggero profumo di sapone, come quello del delicato fiore di cera.

DSC05377

Il viaggio nel 1948 finisce con una testimonianza unica di quel giorno, l’abito da sposa di mia nonna, ancora bellissimo e secondo me di una “moda” intramontabile, semplice ed elegante.

DSC05355  DSC05385

Questa è la mia interpretazione rivisitata di un matrimonio del 1948.

Se siete curiosi di vedere gli allestimenti che presenterò per la nuova edizione di Imola va a Nozze, venite a trovarci ed io sarò felice di incontrarvi il 16/17/18 ottobre a Palazzo Marchi, a Imola.

Laura

LEAVER YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes:


<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>